giovedì 18 agosto 2016

SABATO 3 SETTEMBRE: MAURIZIO PRESIDENTE!



Maurizio Presidente! è un gruppo multiculturale. Siamo sei musicisti provenienti da diversi angoli d'Europa e suoniamo insieme da tre anni.
Mescolando e rimescolando i colori dei nostri strumenti abbiamo sviluppato un nostro stile musicale, che chiamiamo "Acoustic Grooves". Con questo nome vogliamo raggruppare un vasto repertorio di composizioni originali che fanno la corte a diversi generi musicali (swing, chanson francaise, afrobeat, latin grooves, musica balcanica e molti altri). Quel che più di tutto ci caratterizza e ci stimola a suonare è vedere ad ogni concerto la gente sorridere e ballare.
Negli anni scorsi abbiamo viaggiato molto attraverso l'Europa suonando nei contesti più disparati, quali Festivals (Fusion, Stramu, Festival der Kulturen Augsburg), Clubs, Bar e per le strade di ogni città che abbiamo attraversato.

BIOGRAFIA

Il progetto Maurizio Presidente! nasce nel 2013, a Berlino, dall’incontro di sei Musicisti venuti da diversi angoli d’Europa.
La multiculturalità del gruppo ed il piacere di sperimentare hanno fatto sin dall’inizio della musica di Maurizio Presidente! un giocoso incrocio di stili: Swing, Afrobeat, Chanson Francese,
Reggae, un ricco panorama di suoni in cui viaggia e si perde chi l’ascolta.
La poesia dei testi, cantati in Francese, i ritmi caldi e le improvvisazioni acrobatiche rendono ogni loro concerto un evento singolare, un vero toccasana per la salute che scioglie le articolazioni e libera la creatività.


I membri del gruppo

Christophine Huet - Canto, Ukulele
Davide Provenzano - Tromba, Canto
Orpheas Tziagidis - Saxofono Tenore
Pier Paolo Bertoli - Fisarmonica
Samuel Neyhousser - Percussioni, Canto
Sylvain Bouysset - Basso Acustico Fretless

martedì 11 agosto 2015

PROGRAMMA PER L'ESTATE/AUTUNNO 2016



PROGRAMMA ESTATE 2016


sabato 27 agosto c'è la sagra in paese con le giostre (ultimo giro, ultimo regalo!) e con loro non ci vogliamo mettere in concorrenza! 

sabato 3 settembre: ultima serata fuori in corte con MAURIZIO PRESIDENTE

 -------------------------------------------------------------------------------------------


PROGRAMMA per l'AUTUNNO 2016

sabato 10 settembre: Sbibu e Luca Zevio (ex Farabrutto)

sabato 17 settembre: DiViK  trio con Danilo Gallo, Valerio Scrignoli e Kathya West 

sabato 24 settembre: Anna Bresaola canta Gabriella Ferri

venerdì 30 settembre:Matilde Politi da Palermo, canzoni tradizionali e sue

sabato  1 ottobre: BAR TRITOLO trio

sabato  8 ottobre: FEIRA LUSA, l'oramai tradizionale appuntamento con il fado di Claudia Bidoli, Enrico Terragnoli, Claudio Moro e Thomas Sinigaglia 

sabato 15 ottobre: Zeno de Rossi e Giorgio Pacorig

venerdi 21 ottobre: Anna Bresaola canta Edit Piaff

sabato 22 ottobre: ?

sabato 29 ottobre: HANRAHAN musica irlandese

lunedi 31 ottobre: Federico Messini, cantautore, presenta il suo 2° cd dal titolo "Il Doppiatore"

sabato   5 novembre: Sbibu e Emanuele Zanfretta

sabato 12 novembre: Tu Whit, Tu Whoo trio, Sbibu, Terragnoli e Benini


sabato 19 novembre: Marco Giacomozzi con Antonio Canteri e Luca Pighi

sabato 26 novembre: Forever Young, tributo a Bob Dylan da Vladi Blues 
Band

sabato 3 dicembre: blues e storie con Angelo Milani (voce e armonica), Fabio Gaspari (chitarre), Alessandro(percussioni) e Bisciu (basso)


mercoledi 7 dicembre: ti ricordi John Lennon?

sabato 10 dicembre: Giuliana Bergamaschi canta gli anni '60



15 giorni prima dell'evento, metteremo più informazioni  su questo sito 
 

.




giovedì 4 settembre 2014

Masanobu Fukuoka


“Le persone non stanno più a piedi nudi sulla terra. Le loro mani si sono allontanate dall’erba e dai fiori, non guardano il cielo e sono sordi ai canti degli uccelli, le loro narici sono diventate insensibili a causa dei fumi dei tubi di scappamento, le loro lingue e il palato hanno dimenticato i sapori semplici della natura. I cinque sensi si sono sviluppati isolati dall’ordine naturale delle cose. La gente si è allontanata due o tre scalini dall’essere davvero umani. Il vero godimento e le delizie dell’uomo erano un estasi naturale. Questo esiste solo nella natura e svanisce lontano dalla terra. Un ambiente naturale non può esistere fuori dalla natura e così l’agricoltura dovrebbe essere il fondamento della vita. Il ritorno della gente al campo per coltivare la terra e creare villaggi di esseri umani veri è il cammino da seguire per la creazione di città e nazioni ideali.”


Masanobu Fukuoka.

mercoledì 12 giugno 2013

COME ARRIVARE AL POSTO CASTELLO

FACILE:

arrivati alla piazza del Municipio di Illasi si prosegue tenendo il Comune a sinistra e la Chiesa sulla destra.Ci si immette in un viale alberato con cipressi iniziando a salire, seguendo i cartelli posti a sinistra, all'inizio della salita che indicano CASTELLO o TRABUCCHI.
Dopo 2 tornanti (il secondo dei quali con una grande croce illuminata) si percorre un rettilineo di circa 700 metri in fondo al quale c'è un muretto con un capitello dedicato alla Madonna.
Si è obbligati a girare a sinistra seguendo la strada asfaltata e dopo 20 metri si imbocca la prima strada a sinistra (in salita) passando di fianco ad una casa abbandonata (a destra) ed un muro (a sinistra) , direzione CASTELLO (c'è un cartello sulla sinistra che la indica).
Dopo seicento metri di strada bianca ricoperta di ghiaia e sassi (a sinistra ci sono vigne e a destra olivi e poi ciliegi fino ad una biforcazione) trovate un grande spiazzo sulla sinistra e il Castello di Illasi illuminato davanti a voi, si parcheggia e si prende la stradina dove c'è una transenna.

50 metri a piedi (se non piove altrimenti si parcheggia in corte) e siete arrivati.
Benvenuti!

venerdì 25 giugno 2010